Az. Agricola Di Giacomi - Vini Marchigiani d'eccellenza Azienda Agricola Aldo Di Giacomi
cookie policy  credits  english site
Home Azienda Contatti Notizie Prodotti Storia Territorio

Informazioni e Novitá:

FIERA DEL GUSTO - GOURMESSE 2007
del 03/11/2007 ore 12:11:55

FIERA DEL GUSTO - GOURMESSE 2007Gourmesse 2007, 13.a edizione della Fiera del Gusto, che si svolge a Zurigo dal 5 al 7 Ottobre 2007, rappresenta una piattaforma ideale per piccoli e medi produttori, focalizzata sulle specialità e i prodotti di nicchia. La Camera di Commercio Italiana per la Svizzera ha organizzato peraltro una "Piazza Italia" all`interno del Salone: una panoramica completa sulla cultura gastronomica Made in Italy. L` Az. Agricola Aldo Di Giacomi, convinta della bonta ed eccelenza dei sui vini, ha deciso di partecipare, fiera di esporre agli esperti del settore enogastronimico la purezza, la forza, la tipicità e l`amore che la terra Marchigiana e in particolare il piceno riserva verso i propri prodotti. Per informazioni: www.gourmesse.ch/

DI VINO IN TUTTI I SENSI
del 02/11/2007 ore 13:45:24

DI VINO IN TUTTI I SENSIL`unione dei Comuni Vallata Del Tronto con il patrocinio della Regione Marche e Piceno con Noi (Eventi, Congressi, Cultura e Turismo), organizza un percorso itinerante fatto di degustazioni ed eventi attraverso i territori dei comuni che compongono L`Unione Vallata del Tronto.
In particolare, l`Azienda Agricola Aldo Di Giacomi, concorrerarà alla degustazione che, a partire dalle ore 17.00 di sabato 3 fino al 18 Novembre, si terrà presso la Torre Civica di Castorano (foto nella sezione Storia del presente sito). Per tutte le informazioni, come arrivare, pacchetti turistici, visitare il sito: www.picenoconnoi.it, o contattare il 0736/263053.

SANGIOVESE
del 16/8/2007 ore 14:47:37

SANGIOVESEIl Sangiovese (insieme al Barbera) è uno dei vitigni italiani più diffusi (le aree coltivate coprono l`11% della superficie viticola nazionale); viene coltivato dalla Romagna fino alla Campania ed è tradizionalmente il vitigno più diffuso in Toscana. Entra negli uvaggi di centinaia di vini, tra i quali alcuni dei più prestigiosi vini italiani: Chianti e Chianti Classico, Brunello di Montalcino, Vino Nobile di Montepulciano, Sagrantino di Montefalco e molti altri meno conosciuti ma altrettanto validi, quali Morellino di Scansano e Sangiovese di Romagna.
È probabilmente originario della Toscana (se ne ha notizia sin dal periodo etrusco, intorno all`VIII secolo a.C.) e il suo nome potrebbe derivare dal termine "Sangue di Giove", a testimonianza dell`antico legame tra vino e divinità. Un`altra teoria meno vaga fa risalire l`origine del nome alla provenienza da San Giovanni Valdarno. L`approvvigionamento vinicolo della capitale Firenze nel periodo rinascimentale era proprio dai Castelli del Valdarno di Sopra, costruiti nei territori conquistati dai fiorentini qualche secolo prima. Nel 1716, il Granduca Cosimo III de` Medici emanava un Bando per regolamentare la tutela dei vini del Chianti, Pomino, Carmignano e Valdarno di Sopra.
In generale si parla di Sangiovese, ma in realtà questo termine definisce un gran numero di varietà (o cloni) nelle quali si è differenziato nel corso dei secoli e nei diversi territori. In Toscana ad esempio se ne distinguono due grandi famiglie: il Sangiovese Grosso, che comprende tra gli altri le varietà Brunello (utilizzato per la produzione dell`omonimo vino) e Prugnolo Gentile (utilizzato per la produzione del Vino Nobile di Montepulciano), ed il Sangiovese Piccolo, utilizzato in gran parte della regione.Non è privo di interesse rilevare che anche il Brunello costituisce una derivazione del Sangiovese, precisamente un mutante identificato dal signor Ferruccio Biondi Santi, all’inizio del secolo scorso, nella propria tenuta il Greppo, a Montalcino, in un appezzamento misto di aceri vitati e di olivi. Il Brunello è assurto tra le star della viticoltura italiana a opera del nipote, Franco Biondi Santi, dopo che il vino fu offerto, in un pranzo famoso, dalla regina Elisabetta, a un pranzo a Buckingam Palace, al presidente Saragat in vista ufficiale
. Per questo motivo è difficile dare una descrizione assoluta del vino che se ne ricava, che ha certo alcune costanti comuni (buoni tannini ed elevata acidità) ma può variare dal vino rosso più economico ai vertici qualitativi del Brunello, vino di elevato valore prodotto nella zona di Montalcino; qui, nell`habitat unico delle colline montalcinesi, produce un rosso fra i più apprezzati al mondo per struttura, pienezza di gusto, eleganza e capacità di invecchiamento.
Il Sangiovese conosce in questi anni una grande popolarità anche in California, grazie al successo internazionale dei cosiddetti vini "super tuscans". Dalla Napa Valley si è diffuso nelle maggiori zone vinicole californiane, dalla Sonoma County a San Luis Obispo.

MONTEPULCIANO
del 16/8/2007 ore 14:37:28

MONTEPULCIANOVitigno a uva nera coltivato in prevalenza in Abruzzo (dove si produce il Montepulciano d'Abruzzo), Marche, Umbria, Puglia. È una della uve più importanti del centro Italia assieme al Sangiovese. Probabilmente la terra nativa del Montepulciano d'Abruzzo (questo il nome per esteso) è Torre de' Passeri ( PE).
Il nome "Montepulciano" è il "residuo" secolare di una confusione tra quest'uva, il Sangiovese e il Prugnolo gentile, uva che rappresenta la base del Vino Nobile di Montepulciano. Nell'Ottocento, con l'aumento della diffusione del vitigno toscano, nasce la confusione tra questo e l'uva abruzzese. Solo nel 1875 si documenta una esatta descrizione ampelografica di quest'uva. Il Montepulciano, assieme al Sangiovese, rappresenta al meglio la tradizione "rossa" dell'Italia centrale. Il Montepulciano ha un grappolo di grandezza e compattezza media, quasi sempre alato, di forma piramidale o conica. Matura in epoca avanzata (in genere le prime settimane di ottobre).
 
«Indietro  1 | 2 | 3 | 4 |  Avanti»
 
Per noi vinificare implica il mettersi a disposizione della terra, della vite, del vino in cantina,
fare ciò che tutti questi elementi nelle varie fasi chiedono ed obbedire senza fiatare......
Aldo Di Giacomi.
© Azienda Agricola Aldo DiGiacomi | PI: 01214170449 | info | trovaci su google places
C.da San Silvestro,4, 63081 Castorano - Ascoli Piceno